12.10.2016

Zaino Manfrotto Windsor

12.10.2016

Zaino Manfrotto Windsor

Prima di partire per un nuovo viaggio è importante scegliere bene quale attrezzatura portare con sé e che sia ben ordinata. Mi occupo principalmente di fotografare interni ed esterni per architetti o intere strutture alberghiere attraverso agenzie di comunicazione, per questo motivo mi capita spesso di viaggiare. I miei spostamenti sono brevi e continuativi e avere la giusta attrezzatura, evitando di portare con me ciò che difficilmente utilizzerò, e il meno ingombrante possibile è la scelta migliore da fare. Il mio corredo da “viaggio” è composto da una macchina fotografica, un grandangolo spinto, un 50 mm per i dettagli, uno zoom e un treppiede, più varie schede di memoria e batterie di ricambio. Non utilizzo flash esterni in quanto voglio dare la percezione dello spazio con le sole luci naturali che trovo, studiando le luci in anticipo attraverso il posizionamento rispetto al sole della struttura che andrò a fotografare. Il mio lavoro mira a dare l’idea del vivere il luogo e le esperienze che quel luogo vuole raccontare, quando si fotografano delle strutture, è indispensabile per il cliente raccontare anche la parte esterna di essa, il luogo, il paese o la città in cui è inserito. Per questo motivo devo muovermi velocemente con borse comode e di facile utilizzo, per estrarre la mia macchina fotografica.

4

9

Il mio zaino Manfrotto Windsor è un prodotto perfetto per il mio lavoro. Noto subito una parte rigida e una rinforzata per inserire la mia attrezzatura e una seconda parte morbida per indumenti o attrezzatura di altro tipo. Tra le due parti è situato, all’interno, uno spazio per il trasporto di un computer portatile, ottimo per non subire urti.

Tramite il nuovo design studiato dalla Manfrotto, questo zaino risulta essere più elegante, più robusto e con un’attenzione particolare alla comodità e alla possibilità di utilizzo non solo per trasportare attrezzatura fotografica, ma come semplice zaino: consente di essere un ottimo compagno di escursioni! Ha la particolarità di essere uno zaino con la parte rigida estraibile. Sulla parte anteriore, tramite delle cinghie di misura variabile, posso trasportare un treppiede, una coperta o una semplice felpa: questo fa capire che questo zaino può essere utile per qualsiasi tipo di viaggio.

7

6

8

Ho voluto testare lo zaino Manfrotto Windsor per due lavori, il primo riguardava un albergo in Sardegna e il secondo una struttura in Sicilia. Tra i due viaggi avevo solo 24 ore per tornare a casa. Provare questo zaino in tutte le sue trasformazioni, avere uno zaino che possa trasportare qualsiasi cosa, qualunque sia la tipologia di trasporto, è utile per il mio lavoro. Trovandomi ospite di strutture al termine della stagione estiva devo organizzare i miei spostamenti in maniera autonoma, tutto viene smontato e catalogato, i miei spostamenti solo rapidi e soprattutto studiati anticipatamente.

1

Mi trovo ad essere organizzato in maniera rigida, spesso i trovo ad avere a disposizione solo tre giorni per fotografare intere strutture da 1500 persone. Inizio dalle varie tipologie di stanze, per passare a fotografare gli spazi di condivisione, ingresso, reception, bar, ristorante, chiudendo così la prima giornata di lavoro. La seconda giornata viene dedicata agli spazi aperti, i percorsi per arrivare alle stanze e i percorsi per gli spostamenti degli utenti che andranno ad essere ospitati, piscina, teatro e tutto ciò che possa aiutare a chiarire le attività proposte. Non possono mancare poi le spiagge che ospitano e ospiteranno i clienti, dedicando almeno una mezza giornata per fotografare. Il terzo giorno viene dedicato interamente per le escursioni che offre la struttura, cercando di farne il più possibile e soprattutto raccontando le vere emozioni che si possano provare.

3

2

È un spostamento continuo, per questo lo zaino Manfrotto Windsor è un perfetto prodotto da utilizzare per questi viaggi di lavoro. Continuerò ad usarlo proprio per il suo facile trasporto, soprattutto per la sua possibilità di utilizzo non solo come strumento tecnico per le attrezzature, ma anche come supporto per abbigliamento e quanto possa essere necessario durante le escursioni, rendendomi possibile viaggiare con un unico zaino.

 

10

Cedric Dasesson

Fotografo professionista con base a Cagliari. Tramite i suoi studi in architettura riscopre l’amore per la propria terra. Questo lo porta ad affrontare un lungo percorso attraverso la fotografia concettuale ed architettonica del paesaggio, in particolar modo sull’acqua e sul mare, e a raccontare storie composte da elementi semplici. Il suo canale principale di pubblicizzazione è instagram attraverso il quale lavora con diversi magazine e brand conosciuti a livello internazionale.

www.cedricdasesson.it

Facebook

Instagram

Top
I nostri brand