13.05.2017

I migliori suggerimenti per scattare foto sotto la pioggia

13.05.2017

I migliori suggerimenti per scattare foto sotto la pioggia

Quando inizia a piovere, i bravi fotografi escono a fare foto

Avete trascorso diverse ore a cercare la location, tutti i preparativi finali sono sul posto e sapete esattamente che tipo di scatti volete fare.

Poi il giorno dopo vi alzate, aprite le tende e constatate che si è messo a diluviare. Sì, è successo ai migliori di noi, ci siamo passati tutti.

Tuttavia, non dovreste permettere che una lavata vi distolga dallo scattare fantastiche foto, specialmente se siete in una location irripetibile dove non potrete più metterci piede.

Una volta superato lo shock iniziale, fate il punto della situazione, rivalutate il da farsi e ricordate: scattare foto sotto la pioggia è una sfida unica, ma può anche essere più gratificante che fotografare in una giornata luminosa e soleggiata.

Il fotografo del National Geographic Jim Richardson afferma: “Quando inizia a piovere, i bravi fotografi escono a fare foto”.

Pertanto, invece di deprimervi perché sono cambiati i piani, ecco alcuni ottimi suggerimenti per scattare foto sotto la pioggia.

1. Proteggere la fotocamera

Questo punto non sarebbe nemmeno da dire, ma prima di uscire sotto la pioggia accertatevi di avere qualcosa che protegga la fotocamera e gli obiettivi. Utilizzate delle custodie antipioggia per DSLR, che sono dei sacchetti impermeabili per la fotocamera. Esteticamente non sono il massimo, ma sono molto efficaci. Inoltre, l’utilizzo degli obiettivi è un buon modo per proteggere il vetro da queste fastidiose gocce di pioggia. E infine è immancabile anche una custodia antipioggia per il sacchetto della fotocamera!

2. Portare dei pacchetti assorbi umidità

Se sapete che la fotocamera sta per bagnarsi a prescindere dai vostri tentativi di proteggerla (e siamo onesti, non importa cosa fate alla fotocamera, troverà sempre un modo per bagnarsi), allora assicuratevi di avere alcuni pacchetti di gel di silice assorbi umidità nella borsa della fotocamera. Aiuteranno a evitare la formazione di condensa sull’attrezzatura, consentendovi di fare fermi immagine per tutto il giorno.

3. Aggiungere un po’ di colore

Uno dei maggiori inconvenienti del fotografare sotto la pioggia è che gli unici colori visibili saranno le diverse nuance di grigio e il bianco. Ecco perché dovreste aggiungere un po’ di colore. Se state fotografando qualcuno, assicuratevi che il suo abbigliamento abbia colori accesi. Un oggetto che porto sempre con me è un ombrello molto colorato. Non solo protegge la mia fotocamera, ma diventa anche un fantastico oggetto e un punto di messa a fuoco da aggiungere agli scatti.

4. Pensare in bianco e nero

In alternativa, invece di aggiungere colore, pensate in bianco e nero. Immaginate davvero l’aspetto di una foto in monocromia. Quando scatto foto sotto la pioggia penserò in bianco e nero, ma non fotograferò in bianco e nero. Di fatto è più semplice fare foto GREZZE a colori e convertirle successivamente in bianco e nero, perché riuscirete a catturare una gamma di dati più ampia su cui potrete eseguire l’editing (in contrapposizione a un’immagine jpeg in bianco e nero convertita).

5. Trovare le pozzanghere per i riflessi

A meno che non piova di traverso, è molto difficile fotografare la pioggia (intesa come gocce visibili). Pertanto, per sottolineare il fatto che sta effettivamente piovendo, trovate delle pozzanghere. Mostreranno delle piccole increspature dell’acqua che viene a contatto con esse, rifletteranno l’oggetto e spezzetteranno l’immagine per dare anche un bell’effetto. Quando piove, è tutta una questione di pozzanghere!

6. Utilizzare un flash

Un altro stratagemma per mostrare le gocce di pioggia è quello di utilizzare un flash. Non impostatelo al massimo, altrimenti sovraesporrete la foto, ma se provate diversi livelli otterrete un effetto davvero carino, dove le gocce di pioggia sono delle sfere dorate sospese a mezz’aria. Anche utilizzare qualcosa come la luce LED per fotografia di Manfrotto darebbe l’effetto desiderato e aggiungerebbe molta definizione allo scatto.

7. Alzare lo sguardo al cielo

Quando piove, uno degli scatti più teatrali che potrete ottenere è quello del cielo. Dalle nubi scure minacciose ogni tanto il sole filtrerà, offrendo una splendida scena che non potreste ammirare se non avesse piovuto. Questi sono alcuni dei miei scatti preferiti da fare, a prescindere dalla pioggia.

8. Provare qualche scatto a lunga esposizione

Un’altra cosa che faccio quando piove è utilizzare il mio treppiedi Manfrotto 190 estremamente stabile e provare a fare qualche scatto a lunga esposizione. Quando c’è molta pioggia che scorre da un edificio, potete davvero catturare quel flusso idrico regolare proprio come fareste con una lunga esposizione di una cascata.

9. Fotografare la gente

Le condizioni meteorologiche ci cambiano tutti (fidatevi quando lo dico, sono britannico). Se state cercando il soggetto a cui scattare una foto, guardatevi intorno. Osservate la gente che si sposta velocemente da un negozio all’altro evitando la pioggia, scattate una foto a quel ragazzo che ha appena alzato uno sguardo al cielo e ha aggrottato le sopracciglia, catturate il momento in cui un ombrello si capovolge. Tutti reagiscono diversamente alle condizioni meteorologiche; documentate questo aspetto.

10. Sorridere

Quando fotografate sotto la pioggia è davvero facile farsi prendere dalla frustrazione (per me è sicuramente così), ma non dimenticate di sorridere. Quando tutti gli altri fotografi ritengono che sia inutile essere là fuori, voi siete quelli che scattano fantastiche foto. Questo è qualcosa per cui sentirsi bene.

Ora avete alcuni ottimi suggerimenti per scattare foto sotto la pioggia.

La prossima volta che aprite quelle tende e constatate che si è messo a diluviare, non fatevi prendere dal panico. Ricordate le parole di Jim Richardson: “Quando inizia a piovere, i bravi fotografi escono a fare foto”.

Top
I nostri brand