29.06.2017

Le 5 migliori gemme invernali dell’Isola del Sud della Nuova Zelanda

29.06.2017

Le 5 migliori gemme invernali dell’Isola del Sud della Nuova Zelanda

L’inverno è alle porte qui in Nuova Zelanda. È il momento dell’anno in cui le temperature iniziano a scendere… la neve comincia a cadere sulle montagne, i cieli si aprono e si dà il via a quella sensazione tipo Paese delle meraviglie invernali.

Anche se non siamo ancora nel pieno della stagione, i laghi hanno iniziato a congelare un po’… le lastre di ghiaccio cominciano ad affiorare e le pozzanghere congelate fiancheggiano la battigia. C’è della brina bianca a chiazze lungo le creste della montagna e i fotografi ovunque si esaltano per la trasformazione dei paesaggi autunnali colorati in scene beatamente intrise di bianco invernale.

Se state pianificando di visitare la Nuova Zelanda in inverno, ho qualche posto preferito da condividere che potrebbe aiutarvi in alcune delle vostre pianificazioni. Sulle Alpi Meridionali troverete molta ispirazione e un senso di stupore che si prova soltanto quando si è circondati da paesaggi così incredibili. Anche l’Isola del Nord ha sicuramente delle gemme di quel calibro!

Venite insieme a me mentre rivivo alcuni dei miei viaggi nell’inverno neozelandese!

La strada per il Monte Cook e il lago Pukaki

Tutto quello che posso dire è che se siete diretti all’Isola del Sud e al monte Cook in particolare, questo è piuttosto difficile da perdere. Qui troverete i laghi glaciali più blu della Nuova Zelanda e il lago Pukaki in particolare è davvero incredibile. Poi la strada per il Monte Cook segue il lago e vi porta in uno dei luoghi più magici della terra. Non sto scherzando!

Wanaka

Wanaka è uno di quei luoghi che ha rapito il mio cuore non appena l’ho visto con i miei occhi.

Un posto che mi ha fatto ridere, da cui non volevo andarmene, che mi ha lasciato un timore reverenziale costante e mi chiedo quando potrò ritornarci.

Inizialmente l’ho visitato in pieno inverno ed è stata davvero una vista strabiliante. Le montagne coperte di neve, l’incredibile lago Wanaka che riflette il sole invernale, un’escursione sulla cima del Roy per vedere una delle viste più spettacolari della Nuova Zelanda… Wanaka non potete assolutamente perderlo.

Queenstown

È evidente… ma Queenstown è il fulcro brulicante dell’inverno in Nuova Zelanda. I turisti si accalcano a Queenstown e non mi stupisco. La città è piena di vita, ristoranti fantastici e non potete che essere entusiasti di farne parte. Ma ciò che amo di più sono gli incredibili panorami che si trovano alla periferia della città… i luoghi tranquilli dove la bellezza si rivela in tutto il suo splendore. È qui che mi sono innamorata di questo posto, in mezzo ad alcune delle montagne e dei laghi più belli che io abbia mai visto.

Valle Tasman e lago del ghiacciaio Tasman

Quest’area è di gran lunga la mia parte preferita del Parco Nazionale del Monte Cook. Prendete la strada laterale giù nella Tasman Valley e non ve ne pentirete. Con una passeggiatina al lago del ghiacciaio Tasman, è una delle escursioni più semplici che potete fare con alcune delle migliori gratificazioni in termini di panorama. In inverno questo luogo ha le sembianze di qualcosa di fiabesco. Le montagne innevate, iceberg grandissimi e un lago glaciale blu incontaminato. Il paradiso del fotografo.

Tuttavia è un forte indicatore del riscaldamento globale e del ritiro dei nostri ghiacciai. Negli anni Settanta il lago Tasman non esisteva. Ora il ghiacciaio si ritira di circa 500–800 metri all’anno. Si prevede che fra 10-20 anni il ghiacciaio Tasman scomparirà del tutto. Il nostro pianeta è decisamente più fragile di noi esseri umani. Spero che ognuno nel suo piccolo possa trovare un modo per salvarlo.

Lago Matheson e la West Coast

Se vi trovate nell’Isola del Sud e avete tempo di viaggiare per la West Coast, allora il lago Matheson e il ghiacciaio Fox è una tappa che merita un po’ di tempo.

La passeggiatina intorno al lago Matheson vi offre alcune delle migliori viste delle cime più alte della Nuova Zelanda, il Monte Tasman e il Monte Cook, e nei giorni migliori il lago crea un magnifico riflesso nelle acque scure sottostanti. Assolutamente meritevole la guida verso uno dei posti più sbalorditivi della terra.

Top