18.07.2017

DA TOKYO A SAN FRANCISCO: I FOOD MARKET PIU’ FOTOGENICI

written by:
Cristina Taddei – In ogni viaggio

18.07.2017

DA TOKYO A SAN FRANCISCO: I FOOD MARKET PIU’ FOTOGENICI

Tra i luoghi che più amo fotografare quando sono in viaggio ci sono senz’altro i food market, in particolare quelli alimentari. Li considero l’anima più vera di un posto, dove scorre la vita di quartiere più autentica e vitale. I mercati sono piccoli mondi che raccontano molto della cultura e della società locale: tradizioni gastronomiche, sapori e odori nuovi, abitudini mattutine, lavori e gesti portati avanti da generazioni.  Ci vogliono occhi curiosi per coglierne i dettagli ed avere con sé la macchina fotografica aiuta ad affinare lo sguardo su questi aspetti.

Esplorare un mercato può offrire spunti per vari generi di fotografia: dalla street photography ai dettagli ricercati con la macro fotografia, dalla fotografia di reportage alla semplice ricerca di giochi di colori.  Mi diverto molto a provare prospettive insolite e a cercare la precisa gestualità delle persone. Non sempre è semplice: per ottenere buoni scatti tra i banchi di un mercato occorre tempo e pazienza – per aspettare il momento “giusto” che vogliamo ritrarre – ma anche un po’ di tecnica per vincere alcuni aspetti come la dinamicità della scena, la scarsa illuminazione nei mercati coperti o i continui cambi di luce all’ombra di tende e ombrelloni. Solitamente scatto in modalità manuale regolando ad ogni scatto diaframma e tempi di esposizione; quando invece prevedo poco tempo tra una fotografia e un’altra, privilegio la modalità con priorità di tempi regolando anche gli ISO a seconda della luce presente. Da alcuni anni quando sono in viaggio porto un unico obiettivo con lunghezza focale 18-140, lo trovo ideale sia per fotografie di composizione che per arrivare bene al dettaglio senza farsi troppo notare. Anche nei mercati è preferibile chiedere permesso prima di scattare, ma le azioni e i gesti sono talmente dinamici e continuativi che è facile trovarsi a fare scatti rapidi ed istintivi, senza avere il tempo di farlo.

Nei miei viaggi ho incontrato moltissimi mercati e sono sempre stati questi luoghi a regalarmi le fotografie più belle e che ricordo con maggior piacere: da Tokyo a San Francisco, passando per la nostra Italia.

1# Tsukiji Fish Market – Tokyo, Giappone.

E’ il mercato ittico più influente a livello mondiale e alzarsi all’alba per visitarlo nella sua piena attività, è una delle cose che sicuramente merita fare se vi  trovate nella capitale giapponese, non solo per la colazione a base di sushi che sarete invogliati a provare. Sarà interessante osservare e fotografare la brulicante attività lavorativa svolta tra i corridoi degli immensi capannoni.

2# Mercato della Città Vecchia di Hoi An, Vietnam.

Il Vietnam è ricco di mercati meravigliosi ma quello di Hoi An è forse uno dei food market più vivace e colorati di tutto il paese. Se ne servono per lo più i locali ma essendo nel cuore dell’antica città è molto frequentato dagli stranieri che si deliziano a mangiando prelibatezze street food e frutti succosi e dal gusto intenso.

3# Talat Warorot – Chiang Mai, Thailandia.

Il più antico mercato della città si trova in una zona poco lontana dal centro, e si estende all’interno di due edifici e nelle strade circostanti. Sulle bancarelle si trova ogni genere di prodotti alimentari, compresa tantissima frutta secca colorata, e gustosi assaggi da provare ma anche stoffe e oggetti di uso quotidiano. Merita una visita perché a differenza del più famoso Chatuchak market, questo mercato sta mantenendo la sua originalità e il suo artigianato locale senza piegarsi al turismo.

4# Ballarò – Palermo, Italia.

Ballarò non è un mercato. Ballarò è uno spettacolo da guardare senza mai stancarsi. Ogni angolo riserva montagne di frutta, banchi di pesce freschissimo, specialità Siciliane da gustare banco per banco, parole in un meraviglioso accento. Ballarò è il cuore pulsante e coloratissimo di una città meravigliosa.

#5 Ferry Plaza Farmers’ Market – San Francisco, California.

In città ci sono tanti mercati alimentari a km zero ma questo è il più visitato essendo in fondo alla centrale Market Street. Adatto ad una colazione, ad un brunch o semplicemente ad una visita per scoprire – ed assaggiare! – i prodotti coltivati nelle campagne californiane. Chi l’ha detto che i mercati sono belli solo in Asia?!

Viaggiando ho imparato che i mercati sono belli ovunque e non occorre andare lontano per trovare banchi fotogenici: anche il mercato dietro casa può riservare bellissimi angoli da immortalare ed essere una buona palestra per allenare prospettive diverse e un po’ di tecnica prima di partire alla ricerca di mercati esotici!

 

Cristina Taddei – In ogni viaggio

Fiorentina con la passione dei viaggi e della fotografia grazie ai miei genitori che mi hanno cresciuta a montagne, camper e macchine fotografiche. Tre tatuaggi, Scorpione ascendente Leone, curiosa, determinata e appassionata del mondo, amo i viaggi itineranti possibilmente fai da te. Viaggiare è un bisogno e al tempo stesso la mia energia, fotografare una passione. Tendo all’iperattività ma mi incanto di fronte ai colori, alla bellezza dell’arte e della natura.

Top
I nostri brand