09.08.2017

SUGGERIMENTI PER FOTOGRAFARE CON IL DRONE

09.08.2017

SUGGERIMENTI PER FOTOGRAFARE CON IL DRONE

I droni si stanno diffondendo enormemente, perché i loro produttori ne hanno ridotto il prezzo e le dimensioni per renderli accessibili alle masse. La fotografia con il drone fornisce una prospettiva completamente nuova e consente ai fotografi di ottenere angolature mai immaginate prima. Possiedo una famiglia di droni: Phantom 4 Pro, Mavic Pro e Spark. Anche se in fotografia sembra semplice raggiungere le stelle (letteralmente) attraverso l’obiettivo del drone, ci sono degli aspetti da tenere in considerazione. Ecco i miei suggerimenti per fotografare con il drone:

1. Innanzitutto, sicurezza!

Proprio come quando si indossa la cintura di sicurezza appena si sale in macchina, la sicurezza è necessaria con qualunque veicolo, terrestre o aereo che sia. Assicuratevi di effettuare una ricerca esaustiva sul drone in vostro possesso e sulle restrizioni dell’area in cui volate, soprattutto le prime volte. Aspetti come le restrizioni in materia di altezza, le zone di restrizione aerea (NFZ, No Fly Zones) e la presenza nelle vicinanze di rotte o piattaforme di decollo e atterraggio degli elicotteri. Questo è molto importante poiché se l’elicottero si schianta contro il drone, o viceversa, può essere estremamente pericoloso. Si sono verificati diversi casi in cui i fotografi hanno volato direttamente sopra le piattaforme di decollo e atterraggio degli elicotteri, il che ha comportato una maggiore severità delle leggi sui droni. Volate per divertimento, ma non precludetelo agli altri membri della community dei droni.

2. Google Maps è il vostro migliore amico.

Prima di volare analizzate attentamente le location con la visualizzazione Satellite di Google Maps. Potreste trovare qualcosa di imprevisto, come reti o strutture urbane ostacolanti. Solitamente i droni attuali sono dotati un’autonomia di 30 minuti, pertanto organizzare una mappa della rotta su Google Maps prima di volare può rivelarsi utile, innanzitutto per ridurre il consumo della batteria e poi per evitare di stressarsi in giro.

3. Attivate la griglia.

Quando si scattano foto è utile attivare la griglia. Fotografare con il drone o con una fotocamera è un’esperienza molto diversa. Con la fotocamera avete il pieno controllo e potete rendervi conto se la foto è bilanciata oppure no, perché ce l’avete tra le mani. Con i droni, invece, non è sempre così. Attivando la griglia potrete assicurarvi che le foto siano perfette a livello compositivo.

4. ISO bassi, nessun problema.

Quando volate di notte con il drone, provate a mantenere gli ISO bassi per evitare il rumore indesiderato. Quando fotografate con gli ISO bassi dovete ovviamente utilizzare una velocità lunga dell’otturatore per compensare la luce scarsa. I droni sono già molto stabili grazie alla sospensione cardanica, ma eventuali raffiche di vento improvvise potrebbero causare dei dirottamenti. Per evitare che tutti gli sforzi risultino vani io scatto sempre in multipli di 3, nel caso uno o due scatti siano sfocati. Ecco un esempio, in cui le due foto a sinistra risultano leggermente sfocate mentre quella più grande è perfetta:

5. Trovate una borsa adatta a voi e alle vostre esigenze.

Il motivo per il quale Mavic Pro è il mio drone preferito risiede nel suo giusto bilanciamento tra convenienza, trasportabilità e qualità dell’immagine. Per trasportare il mio Mavic Pro, utilizzo una borsa Manfrotto Manhattan Messenger. Offre lo spazio e la protezione ideali per il Mavic, il radiocomando e gli altri accessori che porto con me, come la batteria, il parasole, l’amplificatore di segnale e i filtri ND.

Top