20.01.2018

Fotografia dark mood

20.01.2018

Fotografia dark mood

È il periodo natalizio, stagione di torte e dolci e io sono un grandissimo appassionato di dolci e dessert. Amo anche cucinare al forno e scattare foto.

Ma come possiamo ottenere l’aspetto migliore?

Ho iniziato a scattare foto meno di 2 anni fa. Non ho alcuna conoscenza tecnica, uso solo gli occhi e i sentimenti. Poi ho scoperto Pinterest e mi sono fissato con la “fotografia mood food“. Suggerimento rapido: date un’occhiata ai blogger di cibo nordici! Lì si trovano tantissimi talenti e il mood che amo. Chiarezza, calore, carattere… mentre il mondo americano ha un gusto completamente diverso.

1# Strumenti/Arredi

L’elemento più importante per la fotografia dark mood è il fatto di aggiungere al vostro scatto oggetti scuri ed elementi vintage. Non avrete mai abbastanza utensili antichi da forno come oggetti in ghisa, teglie da forno, posate, ecc.

Gli arredi sono essenziali per ottenere foto di cibo di qualità. Più gli oggetti sono rustici e vintage, più carattere avrà la foto. Quindi, non solo il cibo, ma anche il piatto è importante! Scatto foto per diversi ristoranti ed è sempre una sfida andare in posti nuovi e immaginare il cibo e la presentazione del piatto. Molto spesso devo dire al proprietario del ristorante e/o al cuoco che il cibo può anche essere di bell’aspetto e appetitoso, ma il piatto è fuori moda (sapete, il classico rettangolo bianco o i piatti ovali. Male, molto male, malissimo). Ma, dopo aver scattato le foto come vogliono loro e aver poi mostrato il piatto con la mia presentazione e il mio stile, restano sempre affascinati dalla differenza.

Quindi, come fotografi del cibo, dovete sapere qual è il look migliore per il vostro cibo. Dovete essere stilisti del cibo!

2# Dove/quando?

Ho iniziato a lavorare per i ristoranti, il che significa che spesso ho bisogno di luci artificiali, ma a volte preferisco le luci naturali. La stagione invernale qui in Ungheria è molto impegnativa, dopo le 15:00 il sole tramonta. Inoltre, ogni giorno è fosco e buio.

Il luogo migliore per scattare foto è il più vicino possibile alla finestra. In estate, quando le luci sono intense, si devono attenuare. Utilizzate una tendina (fai da te) o un diffusore professionale.

In autunno e in inverno le luci si attenuano e potete evitare l’utilizzo dei diffusori. Preferisco fotografare prima dell’ora blu, ma penso che ciò dipenda da dove vivete, da dove sono collocate le finestre e dalle dimensioni.

Purtroppo la mia cucina non è abbastanza luminosa per scattare foto, quindi ogni volta devo spostarmi in soggiorno. Forse non sono bravo nell’organizzazione, o gli altri blogger del cibo hanno la stessa difficoltà, ma ho sempre problemi con gli spazi! Beh… Facciamo miracoli e magie. Quando guardate le foto immaginate una sistemazione completa o un tavolo grande. Ma la verità, come si vede nelle immagini prima dello scatto, è che ho scattato la foto all’interno di una piccola teglia da forno posta sul mio conga (sì, sono un batterista) attorno alla mia scrivania e al mio impianto audio.

Bene, torniamo alle foto di carattere. Di solito utilizzo la mia vecchia teglia nera come sfondo ma una vecchia tavola di legno va altrettanto bene.

Mi piacciono gli scatti dall’alto ma la luce naturale intorno all’ora blu non è sufficiente per la fotografia a mano libera e avete bisogno di un treppiede C-stand.

Per fortuna, la colonna centrale del Manfrotto 190go!
si può posizionare a un’angolatura di 90°, quindi potete trasformare il treppiede rapidamente e facilmente per scattare foto dall’alto.

La testa a tre vie
è la soluzione perfetta per trovare l’angolatura migliore per la vostra foto.

Il treppiede è molto robusto e questo è fondamentale per scatti a lunga esposizione.

Iniziamo con la disposizione. Come vedete, ho iniziato con uno sfondo di legno. Mi piacciono gli oggetti di legno. E poi volevo una foto più calda, ma non ero convinto che avrebbe funzionato bene. Inoltre, ho iniziato a diminuire l’intensità delle luci nel soggiorno e ho dovuto spostarmi verso la finestra. Poi ho posizionato il mio beigli (dolce natalizio ungherese) sulla teglia nera. Sì, come vedete, una teglia nella teglia.

Ho quindi il soggetto principale. Qual è il passo successivo? Dato che è Natale, mi serviva necessariamente qualche ramo di pino. Ho anche cercato di aggiungere qualche dolcetto tradizionale che appendiamo sull’albero di Natale, ma era troppo. E poi ho aggiunto il mio coltello di legno preferito di sempre.

Ho applicato il mio obiettivo preferito: l’Olympus M.Zuiko 45mm. È un obiettivo per ritratti, ma lo utilizzo per le foto del cibo e funziona alla perfezione.

Come fotografi del cibo, dovete trovare l’aspetto e l’angolatura migliori per il vostro soggetto. Io scatto sempre almeno un paio di foto giusto per divertirmi e questo è il momento in cui inizio a pensare: “Sì, ci sono”. Spero pensiate la stessa cosa quando osservate le mie foto.

Il segreto di una disposizione completa è il setaccio per lo zucchero al velo. Ci sono sempre degli oggetti che rendono la foto perfetta e, in questo caso, il setaccio è stato l’elemento chiave.

Se siete interessati ai miei lavori potete dare un’occhiata qui:

Cibo:

https://www.instagram.com/gasztronota/

Viaggio:

https://www.instagram.com/dho_travel/

Ufficiale:

https://www.instagram.com/danielhorvathofficial/

E se vi interessano le ricette potete dare un’occhiata al mio blog.

http://gasztronota.blog.hu

Lo so, è in ungherese, ma il traduttore di Google fa miracoli 🙂

Top
I nostri brand