31.07.2013

ORQUESTA BUENA VISTA SOCIAL CLUB: QUANDO LA MUSICA EMOZIONA E CATTURA

31.07.2013

ORQUESTA BUENA VISTA SOCIAL CLUB: QUANDO LA MUSICA EMOZIONA E CATTURA

1260x360

Il 16 luglio Villa Arconati è stata testimone di un concerto che insieme ha racchiuso la storia della musica cubana, la cultura di un paese e la genialità musicale di un gruppo di musicisti che hanno fatto epoca e che continuano a lasciare un segno indelebile ovunque portino le loro note.

918x609 1

Un nome che trae origine da un popolare club dell’Avana, riservato ai neri durante la dittatura di Batista, che negli anni 50 è stato il tempio della musica afrocubana. Un unico album registrato nel 1997 che vale un Grammy nel 1998 e l’anima del “son” cubano, che riesce a travolgere ed a coinvolgere con il suo ritmo ogni singolo spettatore, la storica e leggendaria Orquesta Buena Vista Social Club ha incantato il pubblico accorso a Villa Arconati.

918x609 2

A guidare le fila ci sono il trombettista Guarjiro Mirabal, il virtuoso del laud Barbarito Torres e il trombonista Jesus “Aguaje” Ramos;i tre musicisti portatori dell’eredità del gruppo presenti sin dalla fondazione della band.

918x609 3

Due ospiti d’eccezione sono attesi.

918x609 4

Sul palco una band di tredici elementi che, sin dalla prima nota, catapultano la folta platea in un’atmosfera d’altri tempi. E’ un crescendo emozionale che coinvolge tutti i presenti. Al ritmo incalzante di grandi successi, questi virtuosi della musica sono i primi a divertirsi. Muovono passi di danza, giocano con le note dei loro strumenti facendo sembrare il tutto di una semplicità incredibile, scherzano tra di loro e coinvolgono il pubblico che rimane incantato dalla loro performance.

918x609 5

Un pianoforte che incanta, delle percussioni che rapiscono e dei fiati che non ti abbandonano un istante. Voci forti e trascinatrici.

918x609 6

Quando il famoso cantautore e chitarrista  Eliades Ochoa, primo ospite della serata, fa la sua apparizione sul palco, per un attimo gli applausi sovrastano la musica.

918x609 7

L’apice del concerto si raggiunge con l’entrata in scena della seconda ospite, la carismatica Omara Portuondo, una donna con più di ottanta primavere alle spalle dotata di una voce potente ed ammaliatrice. Con la sua personalità esuberante, mentre accenna dei passi di danza, incita il pubblico a battere le mani ed tenere il ritmo con lei, trascinando tutto a ballare sotto il palco. Favolosa la sua interpretazione di “Quizas, Quizas, Quizas”.

Per il finale Eliades Ochoa torna sul palco e si unisce agli altri per gli ultimi memorabili brani tra cui il notissimo “Chan Chan”.

 

Guest blogger: Annalisa Brivio

 

Top
I nostri brand