26.08.2014

Tutto nelle mie mani.

26.08.2014

Tutto nelle mie mani.

Per le mie fotografie e illustrazioni uso sempre fogli A2 o A3, penne a punta in fibra nere di diverse dimensioni e oggetti che trovo in giardino, in cucina, nella cameretta dei bambini o in qualsiasi posto ci sia qualcosa che catturi la mia attenzione. In ogni caso, perché la mia idea e questi materiali si trasformino in una fotografia che valga la pena pubblicare, devo ricorrere a diverse app che ho installato sul mio telefono cellulare.

Ho scoperto l’app 6×6 alcuni mesi fa, per puro caso. È un’app per fotocamera semplice e senza fronzoli, che dovrebbe ricordare le fotocamere vecchio stampo con il formato medio 6×6. Tutte le mie fotografie caricate su Spielkkind sono state realizzate utilizzando quest’app, poiché adoro la qualità particolare delle immagini che riesco a creare e, inoltre, è davvero semplice da utilizzare. Quando serve, ci sono solo due impostazioni che posso regolare grazie ad essa: dove viene misurata l’illuminazione e dove viene messa a fuoco l’immagine. Entrambe le impostazioni si possono regolare scorrendo sullo schermo. L’unico svantaggio è che non c’è un collegamento diretto con la cartella delle fotografie: perciò, se voglio guardare meglio un’immagine o confrontarla con altre devo tornare alla cartella generale delle fotografie.

La seconda app è Snapseed, un’app di editing fotografico con diverse funzioni, filtri e opzioni di editing. Per quanto mi riguarda c’è solo una funzione davvero importante: tune image. Grazie ad essa è possibile regolare la luminosità, l’atmosfera, il contrasto, la saturazione, le ombre e il calore delle mie fotografie. Cosa e quanto modificare esattamente nell’immagine dipende dal gusto e dall’esperienza personale: per quanto mi riguarda, solitamente applico leggeri ritocchi alla luminosità, al contrasto e alla saturazione per esaltare una determinata impressione visiva.

Tecnicamente parlando, la fotografia a questo punto sarebbe completa. Purtroppo, a causa di alcune esperienze spiacevoli che hanno visto delle persone rubare mie fotografie, ho imparato ad apporre un watermark prima della pubblicazione e a effettuare le modifiche in seguito, usando una terza app. EZy Watermark è un’app che permette di inserire watermark o simboli di copyright. Ho salvato il mio logo Spielkkind in due diverse versioni colorate all’interno dell’app e posso apporlo con pochi tocchi sulla mia fotografia.

Il processo che ho appena descritto è più o meno lo stesso per tutte le mie fotografie. Ho adattato le app e le mie impostazioni alle mie esigenze e ho scoperto cosa va bene per me e cosa no. A volte vorrei avere a disposizione una fotocamera migliore, perché quella dell’iPhone 4s a volte pone degli ostacoli a ciò che vorrei realizzare, per esempio nella sovrapposizione di luci diverse o nel bilanciamento dei bianchi. In ogni caso non desidero optare per un diverso tipo di fotocamera o per programmi di editing più professionali da usare su computer. Preferisco avere tutto tra le mie mani.

Kerstin Hiestermann
Insegnante, illustratrice e fotografa di Hannover, Germania

http://spielkkind.de
http://installer.com/SPIELKKIND
http://facebook.com/spielkkind
http://twitter.com/spielkkind

Top
I nostri brand