29.08.2014

Il segreto per ottenere una prospettiva d’effetto per le fotografie scattate da dispositivi mobili

29.08.2014

Il segreto per ottenere una prospettiva d’effetto per le fotografie scattate da dispositivi mobili

In questo articolo vi svelerò un piccolo segreto per ottenere una prospettiva di maggior effetto nei vostri scatti. Questa tecnica si può applicare a qualsiasi tipo di fotografia, ma funziona particolarmente bene se si utilizza un dispositivo mobile: io stesso l’ho usata diverse volte per migliorare le immagini catturate con lo smartphone.

Prima di iniziare, lasciate che vi chieda una cosa. Vi ricordate da quale angolazione avete scattato l’ultima fotografia con lo smartphone? Molto probabilmente non ci avete fatto caso.

Proprio perché la maggior parte di noi non presta molta attenzione all’angolazione, quasi tutte le fotografie vengono scattate all’altezza del busto o del viso di un adulto. In fondo è così che vediamo il mondo, ed è così che siamo più comodi a maneggiare la fotocamera. Perché cercare qualcosa di diverso?

In realtà è possibile migliorare moltissimo le nostre fotografie semplicemente cambiando l’angolazione da cui vengono ritratte, e il modo più semplice per farlo è quello di scattarle da una posizione più bassa. Siccome siamo abituati a guardare il mondo dalla statura di un adulto in piedi, questo piccolo trucco rende quasi ogni fotografia più interessante, poiché cambia la prospettiva da cui vediamo le cose.

Inginocchiandovi, o scendendo anche più in basso, potrete modificare non solo l’angolazione della fotografia, ma anche rendere più interessanti gli elementi in primo piano, enfatizzando dettagli interessanti che altrimenti non si noterebbero, come l’erba alta nell’immagine qui sotto.

Posizionare il vostro smartphone in basso vi permette anche di rendere la prospettiva molto più ad effetto, il che è particolarmente evidente in fotografie che ritraggono strade o altre strutture lineari che si perdono in lontananza.

Se osservate la pavimentazione nella fotografia qui sotto, vedrete come, abbassando lo smartphone, sono riuscito ad esasperare la prospettiva, che va oltre ciò che sembra naturale all’occhio umano.

Quando scatto fotografie sulla spiaggia o in altri ampi spazi aperti, spesso posiziono il mio smartphone il più in basso possibile, in modo da mostrare i miei soggetti con alle spalle nulla oltre al cielo, il che li fa ovviamente risaltare molto.

Anche se questo trucco si può usare con qualsiasi fotocamera, funziona particolarmente bene con gli smartphone che hanno le lenti vicino agli angoli, come l’iPhone. Questo vi permette di posizionarle a pochi centimetri dal suolo, cosa impossibile da fare con un dispositivo più ingombrante.

Solitamente evito di posizionare il mio smartphone direttamente a terra, perciò metto il mio dito indice e il medio tra il dispositivo e il suolo, usando il pollice per scattare la fotografia premendo i pulsanti per regolare il volume, cosa che si può fare sia con l’iPhone che con altri modelli di smartphone.

Se vi sentite più coraggiosi, provate a reggere il vostro smartphone allo stesso modo pochi centimetri al di sopra di uno specchio d’acqua (ma non datemi la colpa se qualcosa dovesse andare storto). In questo modo, anche le onde più piccole sembreranno enormi: ho usato questa tecnica nella fotografia qui sopra (ho isolato i colori con l’app ColorSplash.

In questo modo ho realizzato alcune delle mie fotografie preferite di tramonti, inclusa quella qui sotto, in cui il profilo di una donna si staglia contro lo splendido cielo al tramonto e il riflesso della scena è distorto in maniera imprevedibile dalle piccole onde che agitano un mare altrimenti calmo.

In caso non ci siano onde e l’acqua sia perfettamente immobile (per esempio nel caso di una pozzanghera), potreste migliorare lo scatto lanciandovi un sassolino, in modo da creare delle interessanti distorsioni dell’immagine riflessa.

La prossima volta che scatterete fotografie con il vostro smartphone (o con qualsiasi altra fotocamera), vorrei che pensaste non solo al contenuto delle fotografie, ma anche all’angolazione da cui le scattate. Molto spesso inginocchiarvi, o scendere più in basso, renderà i vostri scatti più interessanti e vi permetterà di catturare il mondo da una prospettiva differente rispetto a quella che siete abituati a vedere.

Emil Pakarklis

Emil Pakarklis è un appassionato iPhoneografo e ha fondato iPhone Photography School, un blog che spiega come scattare fotografie migliori con l’iPhone. È possibile contattare Emil su InstagramFacebook e Twitter

Top
I nostri brand