08.09.2014

Suggerimenti per gestire un account di Instagram in modo professionale

08.09.2014

Suggerimenti per gestire un account di Instagram in modo professionale

Negli ultimi anni Instagram è diventata una piattaforma di punta per promuovere se stessi, seconda in popolarità solo a Facebook e Twitter. Grazie alla lista degli utenti consigliati, Instagram ha creato un numero di utenti “popolari”, ognuno dei quali conta migliaia di follower, che vengono spesso assunti da aziende per mostrare fotografie a un numero enorme di persone, cosa che in effetti possono fare, ma in molti si chiedono se siano davvero efficaci nel promuovere le aziende che li assumono. Un’alternativa a questo marketing di massa è quello di creare un account Instagram per l’azienda e sviluppare la sua base di follower. Anche se all’inizio l’account non sarà visualizzato da tante persone come avverrebbe ingaggiando un utente di spicco, è possibile creare relazioni più durature e forse perfino più efficaci con i follower. Ecco alcuni suggerimenti per gestire un account Instagram in maniera professionale.

1) Non usate dispositivi mobili. Instagram è sinonimo di fotografie scattate con dispositivi mobili, ma è possibile caricare sulla piattaforma anche foto scattate con normali fotocamere, è sufficiente trasferire le immagini DSLR al proprio dispositivo mobile. Se desiderate pubblicare fotografie tramite telefono cellulare durante un evento, ma, allo stesso tempo, utilizzare un DSLR avanzato, potete ricorrere a una carta SD wi-fi, come Eyefi, che vi permette di caricare immediatamente i vostri scatti sul dispositivo mobile direttamente dalla fotocamera. In alternativa, se le vostre fotografie sono su un server cloud come Dropbox, è molto facile caricare fotografie specifiche sul vostro cellulare per poi pubblicarle.

Grande fotocamera
Potete usare una fotocamera di grandi dimensioni

2) Usate strumenti di programmazione. Instagram è concepita come piattaforma per pubblicare immagini scattate al momento, durante o appena dopo un evento. In ogni caso, se avete scattato fotografie per cui la tempistica di pubblicazione non è importante, potete usare degli strumenti di programmazione, come postso.com. In questo modo potrete rivolgervi a chi vive in determinati fusi orari e programmare i vostri post così da continuare a pubblicarli anche mentre siete in vacanza o quando non potete farlo personalmente.

3) Ricordate che lo schermo è piccolo. Alcune immagini funzionano meglio di altre su Instagram. Ricordate che probabilmente i vostri scatti saranno visualizzati su uno schermo molto piccolo. Ampie immagini panoramiche con minuscoli dettagli non sarebbero adeguatamente apprezzate, perciò è meglio pubblicare semplici immagini che raccontino storie altrettanto semplici. L’attenzione di chi guarda deve essere catturata in una frazione di secondo, prima che scorra oltre, quindi si deve puntare su immagini ad effetto.

Celebr8.3 giorno 1
Rendete i vostri scatti di grande effetto

4) Pubblicate cose interessanti. Potrebbe sembrare ovvio, ma pubblicate solo cose che possono interessare chi vi segue. Spesso diciamo di essere sommersi dalle immagini, ma trovarne una davvero buona e giusta per le nostre necessità non è sempre facile. Una buona immagine potrebbe essere “buona” per una serie di diverse ragioni: potrebbe essere una fotografia scattata magistralmente ma non riguardare un avvenimento importante, oppure, al contrario, ritrarre un evento importante ma non essere tecnicamente perfetta. Potrebbe anche semplicemente comunicare informazioni utili o mostrare una giustapposizione insolita.

EE_ProtestePalestina_Londra
Fotografie con giustapposizioni insolite

5) Procuratevi i giusti permessi. Se utilizzate fotografie che appartengono a qualcun altro, dovete assicurarvi che il proprietario sia d’accordo, perciò rintracciatelo e chiedete la sua autorizzazione. Questo vale allo stesso modo sia nel caso si ripubblichino che in quello si rielaborino fotografie scattate da altre persone. Solo perché un’immagine si trova su Instagram, non significa che possiate utilizzarla senza ottenere un’autorizzazione e, ottenutala, assicuratevi di inserire correttamente i crediti.

6) Siate autentici. Per rendere il vostro profilo Instagram diverso dalla pubblicità tradizionale del vostro marchio, offrite al pubblico qualcosa di autentico. Mostrate loro retroscena, approfondimenti, qualcosa di umano insomma. In ogni caso, autentico non è sinonimo di dilettantesco, perciò è sempre necessario offrire contenuti interessanti e ben studiati. Perché un’immagine valga 1.000 parole, deve raccontare una storia avvincente.

Fotografia di @rugfoot Richard Gray
Offrite qualcosa di autentico, che racconti una buona storia

7) Valorizzate le vostre fotografie. Se la vostra azienda gestisce anche account di Twitter e Facebook, è molto semplice pubblicare su di essi le stesse immagini caricate su Instagram. È possibile farlo sia tramite l’app, sia utilizzando un sito web come IFTTT.com. Nel caso di Twitter, ricordate che i titoli delle fotografie saranno tagliati se superano i 100 caratteri. Fate attenzione a non intasare le pagine aziendali con immagini doppie, anche se, in questo modo, potete valorizzare i vostri contenuti.

Kit di pronto soccorso alla Islington Assembly Hall
Valorizzate una fotografia su piattaforme differenti

Richard Gray

Richard Gray è conosciuto come @rugfoot sui social media. Gestisce gli account Instagram della Islington Assembly Hall @islington_ah, per cui è anche fotografo ufficiale, e del Terry O’Neill Award @oneillaward

 

Top
I nostri brand