23.02.2015

Viaggio nelle stagioni

23.02.2015

Viaggio nelle stagioni

Un viaggiatore, a piedi, in bicicletta, in autostop, in autubus, non si fa spaventare dal meteo ma viaggia in qualunque stagione. Ogni periodo dell’anno ha caratteristiche diverse, particolarità che contribuiscono a rendere unico il luogo che si visita.
Per riuscire a catturare le peculiarità di ogni stagione attraverso la lente della nostra macchina fotografica è necessaria un’attenta analisi che metta in risalto cosa davvero rendere speciale un periodo dell’anno.

Quando si sceglie la meta di un viaggio e la stagione nella quale si partirà, è indispensabile informarsi sui luoghi più spettacolari, sugli orari di alba e tramonto in quel periodo, sull’esposizione di un determinato sito…

Una volta valutate le località da non perdere, dovremo presentarci all’appuntamento preparati:

  • controllate cavalletto, attacco e scatto remoto, al momento giusto saranno indispensabili;
  • portate con voi polarizzatore ed eventualmente altri filtri utili in viaggio (ad esempio un filtro ND o GND);
  • soprattuttto se viaggiate in un paese particolarmente freddo, infilate nel bagaglio anche una batteria aggiuntiva da utilizzare in caso di emergenza.

La primavera è la stagione della rinascita quando la Natura addormentata sotto una coltre spessa di neve sente il calore del sole e lentamente si risveglia. La primavera è la stagione della fioritura e dei colori, ma anche delle piogge improvvise (aprile pazzerello!) e del cielo grigio, drammatico. Per immortalare le sue peculiarità si possono scegliere dei soggetti classici come gli alberi rivestiti di una nuova chioma e i fiori (la Piana di Castelluccio, le coltivazioni di tulipani in Olanda, la valle delle rose in Marocco…) oppure si può cercare dei protagonisti più ricercati, simboli effettivi della primavera. Un esempio potrebbe essere uno stormo di uccelli in migrazione che si staglia contro il cielo in veste temporalesca su delta del Po.

primavera-1

Questo periodo dell’anno è anche il migliore per viaggiare in zone calde come il nord Africa o il centro America.
Sperimentate usando lenti macro che diano risalto a certi dettagli primaverili o grandangoli con diaframma chiuso per fotografare paesaggi fioriti a perdita d’occhio. Se il cielo minaccia pioggia ma sono previsti miglioramenti, siate pazienti ed attendete: la luce in queste occasioni diventa spesso magica e se siete fortunati avrete l’occasione di vedere qualche arcobaleno.

primavera-macro

L’estate nel nostro emisfero è la stagione con le giornate più lunghe e, solitamente, calde. Il sole sorge molto presto mentre il tramonto può, in alcune aree come il nord della Scandinavia, non arrivare mai tra giugno e luglio (fenomeno del sole di mezzanotte). L’estate è anche il periodo dei campi dorati dalle spighe di grano, degli eventi musicali in maniche corte e degli orti punteggiati di verdure d’ogni genere, ma anche quella delle attività all’aria aperta e in alta montagna. Ci sono tanti modi per fotografare l’estate ma quello più interessante è sfruttare la tecnica dell’HDR, realizzando la stessa immagine con diverse esposizioni e poi unirle per recuperare le ombre e le alte luci, molto marcate in questo periodo dell’anno. Il risultato? Scopritelo voi!
In estate poi si può approfittare della luce che, nelle ore prossime al tramonto, crea ombre lunghe e fotogeniche. Le mete adatte ad un viaggio in estate? Il nord Europa, il Canada, la Patagonia, le alte vette himalayane.

estate

L’autunno è la stagione dei cieli tersi punteggiati da nuvolette candide dopo la pioggia, dei boschi colorati, dei funghi e delle prime vette innevate. In questo periodo dell’anno è bello giocare con i riflessi nei laghi o nelle pozzanghere dopo un temporale. Per rendere ancora più vivi i colori, soprattutto l’azzurro del cielo, consiglio di usare un polarizzatore che aiuta anche ad eliminare dall’inquadratura i fastidiosi riflessi in certe ore del giorno. I prati ed i pendii spogli delle montagne in autunno sono ingialliti dal primo freddo: ecco perchè sarebbe ideale individuare un soggetto che stacchi completamente dallo scenario. Un esempio classico della stagione potrebbe essere il cervo che in autunno vive il periodo degli amori. Per fotografare l’animale è spesso necessario dotarsi di teleobiettivo, cavalletto e tanta pazienza. Il Canada e l’Appennino durante il foliage o i paesi troppo caldi nel periodo estivo sono mete ideali in questa stagione.

autunno

L’inverno è la stagione della neve, delle formazioni di ghiaccio, degli sci e degli alberi spogli e scheletrici. Quando viaggio in inverno amo cercare location suggestive per realizzare scatti in notturna. Nelle notti senza luna, quando le stelle sono il solo punto di riferimento dei viaggiatori, rivolgete l’obiettivo verso nord, individuate la stella polare, impostate la messa a fuoco all’infinito e usate lo scatto remoto per una lunga esposizione di una mezzoretta… Se il risultato dovesse apparirvi sottoesposto o, viceversa, sovraesposto, fate altri tentativi variando diaframma, tempo di esposizione ed ISO.

inverno

Un altro soggetto caratteristico dell’inverno è la neve che disegna le sue forme guidata dalla mano del vento. A volte un paesaggio innevato può risultare monotono, ma se riuscite a trovare un soggetto protagonista (un albero, una persona che cammina, una formazione di ghiaccio) integrata nella location innevata, la fotografia sarà di certo più interessante. Quando scattate in presenza di neve fate sempre molta attenzione all’eccesso di luce, soprattutto nel caso in cui nell’inquadratura sia presente anche una zona d’ombra molto contrastante.

inverno-2

Leo e Vero

Leo e Vero sono due instancabili viaggiatori, che amano scoprire il mondo in bicicletta. Dopo dieci mesi passati a pedalare attraverso il Sudest Asiatico, hanno fatto ritorno in Italia, ma dedicano ancora ogni loro momento libero al ciclismo, ai viaggi e alla fotografia. Hanno viaggiato in lungo e in largo ma sono convinti che il viaggio migliore sia quello ancora da iniziare… “Perché viaggiare è ricordare il passato, vivere il presente e sognare il futuro.”

Blog: www.lifeintravel.it
FB: www.facebook.com/lifeintravelita
Twitter: @viaggioinbici @lifeintravelita
Instagram: @viaggioinbici @lifeintravelita
G+: plus.google.com/+LifeintravelIt
Youtube: https://www.youtube.com/user/Leobici

Top
Our Brands