16.03.2015

CONSIGLI E APP PER FOTO IN BIANCO E NERO

16.03.2015

CONSIGLI E APP PER FOTO IN BIANCO E NERO

Foto 1

La fotografia mobile, basata su smartphone dalle specifiche tecniche sempre più avanzate, nasce a colori, e a chi si accosta alla fotografia il bianco e nero spesso suscita immagini del passato, dei primordi della fotografia, quando il colore non era un’opzione, oppure di uno stile fotografico “classico” e un po’ impolverato; ma allora perché molti maestri della fotografia mobile scattano (alcuni esclusivamente) in questo modo?
Quando si toglie il colore da un’immagine la si semplifica estremamente: tolto il colore restano forme, linee, luce ed ombra; un’immagine semplice è più facilmente comprensibile anche alla prima occhiata e solitamente ha un maggiore impatto su chi guarda.
Per sperimentarlo provate a prendere delle foto a colori che avete già scattato e a trasformarle in bianco e nero – potete farlo con un app gratuita come Snapseed di Google o sull’iPhone con le funzioni native di edit; non tutte le foto a colori renderanno meglio in bianco e nero, ma alcune tipologie si prestano meglio:

Foto che contengono linee e forme geometriche

Foto 2

Linee, prospettive, geometrie vengono esaltate dalla semplicità del bianco e nero, che si presta molto bene alla fotografia architetturale.

Foto che contengono texture

Foto 3

Cos’è una texture? La traduzione letterale in italiano è “struttura” o “tessitura”; all’interno di un’immagine è un motivo tridimensionale come la trama di un tessuto o la superficie rugosa di un muro. In questa foto la superficie di foglie, spogliata dal colore, esprime una sensazione tattile quasi vellutata.

Foto che presentano forti contrasti

Foto 4

Quando in una foto il contrasto tra luce e ombre è l’elemento più importante, il bianco e nero può dare una marcia in più e rendere più drammatico lo scatto. In una silhouette come quella di questa foto l’effetto è ancora più accentuato.

Foto che contengono cieli nuvolosi

Foto 5

Le nuvole, opportunamente contrastate e magari con l’utilizzo di un filtro rosso, possono diventare più drammatiche e incisive di quanto appaiano in una foto a colori.

Foto realizzate in scarse condizioni di luce

Foto 6

Il sensore di un smartphone può essere un po’in difficoltà con poca luce, e presentare delle dominanti sgradevoli (es. aloni giallastri); il bianco e nero permette di rendere un foto in notturna in modo più pulito e chiaro.

App per scatto e edit in bianco e nero

Ci sono parecchie app per iPhone che permettono di scattare in bianco e nero e di applicare degli effetti di base; la maggior parte, oltre a permettere di scattare vedendo già la resa monocroma dell’immagine, permettono di applicare in modo digitale i filtri per bianco e nero.
Ci sono 4 filtri colorati che vengono usati comunemente nella fotografia in bianco e nero – giallo, rosso, arancio e verde. Ognuno lascia passare il proprio colore e scurisce gli altri in grado diverso; per esempio un filtro rosso lascerà passare la luce rossa ma bloccherà quelle verde e blu. Questo si riflette in tonalità di grigio più chiare o più scure.

Filtro Giallo
Permette di far risaltare le nuvole scurendo il blu del cielo e rende più definite foto scattate nella foschia o nella nebbia.
Aiuta a differenziare i colori delle foglie e rende I toni della pelle più naturali.

Filtro Rosso
Crea effetti drammatici e accesi, i cieli blu diventano neri, come in tempesta. L’effetto è forte a aumenta grandemente il contrasto, ma può risultare in alcuni casi troppo aggressivo.

Filtro Arancio
È una via di mezzo tra il filtro giallo e quello rosso, aumenta il contrasto ma in modo meno drammatico del rosso. Nei ritratti nasconde irregolarità della pelle come lentiggini e macchie.

Filtro Verde
Si usa soprattutto per fotografare fogliame e natura; schiarisce le foglie e aumenta il contrasto coi fiori. Nei paesaggi fa risaltare alberi e prati.

Snapseed

È un potente e versatile foto editor, una app da cui passano tutte le mie foto; la sezione black & white trasforma la foto scattata in bianco e nero permettendo di regolare luminosità e contrasto, di applicare i quattro filtri colorati e di scegliere la “grana” della pellicola.

Noir

Foto 7

Si tratta di una app dall’interfaccia intuitiva, che permette di trasformare la foto in varie monocromie applicando delle vignettature personalizzabili e una regolazione fine dell’illuminazione.

Hueless

Permette di scattare vedendo già prima dello scatto l’immagine in bianco e nero e l’effetto della regolazione di contrasto, luminosità e dei filtri (che sono regolabili in intensità). Adatta a chi vuole costruire il suo scatto già in bianco e nero in semplicità.

MPro

Una delle app di scatto in bianco e nero più ricche di opzioni; l’interfaccia un po’essenziale permette di applicare regolazioni, filtri e grana in tempo reale. Consigliata a chi studia a lungo i suoi scatti.

Foto 8

Spero che questo articolo vi aiuti a scoprire la fotografia mobile in bianco e nero, sia come opportunità per far rendere al meglio uno scatto che a colori non funziona, sia come punto di vista del mondo, con la sua semplicità ed efficacia.

Davide Capponi

Davide Capponi è un fotografo appassionato di fotografia mobile e di editing; le sue opere sono state esposte in Italia e all’estero, e pubblicate su quotidiani e periodici italiani. È membro fondatore del New Era Museum neweramuseum.org. Potete mettervi in contatto con Davide sul suo blog davidecapponi.com, su Instagram instagram.com/rubicorno, su Facebook www.facebook.com/davidecapponi.iphoneography e su Twittertwitter.com/Rubicorno.

Top
I nostri brand