04.05.2015

Instagram, la fotografia e 5 suggerimenti utili

04.05.2015

Instagram, la fotografia e 5 suggerimenti utili

Non sono una fotografa e alla fotografia mi sono avvicinata anche grazie agli smartphone (eresia?!). Mi è sempre piaciuto fare foto, ma spesso mi ritrovavo in situazioni in cui avrei voluto scattarne una e la macchina fotografica era a casa, oppure in cui fare una foto con la macchina fotografica sarebbe risultato troppo indiscreto (penso a quando sono in giro per strada e faccio foto agli sconosciuti). L’arrivo degli smartphone con fotocamere sempre più evolute, mi ha decisamente risolto il problema!

Processed with VSCOcam with b1 preset

Cellullare alla mano sono diventata una “scatta-foto” istintiva e instancabile. Piccolo e maneggevole, lo smartphone mi permette di fare foto velocemente e appunto, senza dare troppo nell’occhio: vedo qualcosa e in men che non si dica scatto. Cammino spesso con il telefono in mano o in tasca per paura di perdere quel momento irripetibile. Instagram è diventata la piattaforma per condividere le cose che mi piacciono (ma anche per conoscere persone con i miei stessi interessi, ma di questo vi parlerò un’altra volta).

Da quando ho iniziato ad usare questo social media, il mio approccio alla “fotografia” si è modificato, il mio gusto è cambiato e anche se molte delle immagini che pubblico, provengono dalla voglia di condividere qualcosa che mi ha colpito in quel preciso istante o un momento felice; nel tempo si sono aggiunte anche foto che sono esperimento di qualcosa di meno spontaneo. C’è molta discussione sull’impatto che Instagram sta avendo all’interno del mondo della fotografia, io sono dell’opinione che la fotografia professionale sia un’altra cosa e che usare questo social media non renda tutti fotografi. Ma Instagram e la fotografia professionale hanno sicuramente in comune la possibilità di trasmettere un messaggio, far percepire un’emozione, di raccontare una storia attraverso le immagini ed è questa la cosa che più mi affascina di entrambi i mondi.

Dicevo, su Instagram condivido le cose che mi piacciono. Sono un’amante della natura e degli spazi aperti. Nel tempo libero, specialmente quando le giornate si allungano e inizia a fare più caldo, cerco il più possibile di organizzare attività all’aria aperta, per cui molti dei miei scatti sono paesaggi. Una delle cose di cui sono assolutamente certa è che per fare belle foto, bisogna fare cose belle, è vita reale prima ancora di essere digitale. Per cui il mio primo consiglio è: uscite là fuori!

Processed with VSCOcam with f2 preset

Viaggio molto, anche per lavoro. Quando riesco vado a correre la mattina presto e spesso, soprattutto quando sono all’estero, questo mi porta a ritrovarmi in luoghi meravigliosi. Alcune tra le mie immagini preferite sono state scattate in queste situazioni. Con questo non sto suggerendo a tutti di andare a correre presto la mattina (anche se magari potrebbe farvi anche bene), ma trovate il vostro modo di scoprire cose nuove, posti nuovi, perdervi.

Foto 3 - Mulino

Scattare una fotografia per me è principalmente istinto, quando sono in giro mi capita spesso di “vedere la foto” in quello che sto guardando e a volte sono colpi di fortuna, casualità che rendono uno scatto qualcosa di speciale: un bambino che passa, qualcuno che senza accorgersi si inserisce nella foto. Come in questo scatto fatto a Marrakesh, stavo cercando di fotografare l’interno della moschea, poi una signora mi si è messa proprio davanti e io ho pensato “dannazione… ” e poi invece, quella persona ha reso la foto molto più bella.

Foto 4 - Prayer time in Marrakesh

Un’altra cosa importante quando faccio una foto è avere cura di simmetrie e proporzioni, se si scatta direttamente attraverso l’applicazione, Instagram inserisce una griglia che aiuta a mettere il soggetto principale al centro della foto e a tenere l’orizzonte dritto se si fotografano paesaggi. Se scatto palazzi che hanno particolari forme geometriche cerco di seguirne le linee, per esaltarle. È bene avere cura di simmetrie e proporzioni e poi a volte scordarsi di tutto, mettere il soggetto principale in un angolo, inquadrare tanto cielo e poca terra o viceversa. L’importante è farlo consapevolmente, la differenza con una foto “sbagliata” si noterà.

Foto 5 - Girasoli

Un ultimo consiglio, più adatto ad Instagram che allo scattare foto in generale è prediligere immagine semplici, tendenti al minimalismo e preferibilmente luminose. Bisogna pensare che le foto verranno visualizzate principalmente su uno schermo piccolo e scorse abbastanza velocemente. Foto “affollate” con molti particolari non sono sufficientemente valorizzate in uno spazio così piccolo.

Foto 6 - Bike solo

Giulia Dini

Sono nata a Torino, ma considero Milano la mia casa. Amo la natura, il buon cibo, le giornate di sole passate all’aria aperta e in buona compagnia.

instagram.com/giuliadini

Top
I nostri brand