11.05.2015

Fotoritocco in un tocco

11.05.2015

Fotoritocco in un tocco

VSCOcam è una delle mie applicazioni preferite per fare editing delle foto. È stato il primo strumento alternativo ai filtri di Instagram che ho iniziato ad utilizzare.

Perché mi piace? Innanzitutto perché mette a disposizione gratuitamente una serie di filtri che riescono a dare alle foto quel qualcosa in più, senza farle risultare eccessivamente editate. VSCOcam è adatto per chi non vuole perdere troppo tempo nella correzione manuale delle foto. Tra l’altro una volta selezionato il filtro, cliccandoci sopra una seconda volta, questa app permette di deciderne anche l’intensità (cosa non comune nelle altre app di editing che conosco), in modo da poter rapidamente scegliere che tipo di look conferire all’immagine, più o meno deciso.

1 - Io, Lusty e le montagne

Quando si scarica questa applicazione viene automaticamente dotata di un pacchetto di filtri standard, ma vi consiglio di entrare nella sezione “shop” e di scaricare almeno tutti gli altri pacchetti gratuiti (ce ne sono due o tre in più). Ovviamente in questa sezione sono presentati anche filtri a pagamento. Io ho scaricato tutte le versioni gratuite e per ora non ho comprato pacchetti aggiuntivi, anche perché mi ritrovo spessissimo ad utilizzare un unico filtro per il mio ritocco veloce e cioè l’F2. Moltissime delle foto che scatto le ritocco in un tocco utilizzando solo questo filtro, al massimo regolandone un po’ l’intensità.

2 - Galleria Vittorio Emanuele

Ci sono altri filtri che utilizzo spesso per l’editing veloce, senza troppi passaggi e sono in particolare il B1 e il B5 per quelle (rare) volte in cui decido di pubblicare una foto in bianco e nero e l’A5, che utilizzo sulle immagini in cui voglio far risaltare i toni del blu, come in questa foto recentemente scattata a Otranto, in Puglia.

3 - Faro di Punta Palascia

È vero che VSCOcam è particolarmente adatta al ritocco veloce, però è un’applicazione che può dare soddisfazione anche per chi ama cimentarsi con l’editing manuale. Infatti oltre ai set di filtri, all’interno della sezione strumenti, si possono trovare diverse opzioni di ritocco. Oltre a quelle base, luce, contrasto, regolazione di proporzioni e linee, si ha per esempio la possibilità di aumentare o diminuire la grana dell’immagine, utile se si vuole dare un aspetto più o meno vintage alle proprie foto.

Quando pubblico immagini in cui compaiono delle persone, le ritocco sempre con l’opzione che mi permette di modificare lo skin tone. Questa funzione è davvero utile, perché spesso la pelle assume un colore tendente al rosso o comunque non omogeneo nelle foto. La regolazione dello skin tone consente di aggiustarne la tonalità, con un risultato piuttosto naturale. Vi consiglio di utilizzare questa funzione non solo in caso di ritratti veri e propri, ma anche quando sono presenti solo alcuni particolari nelle foto, come le mani ad esempio.

4 - Relax

Una delle funzioni più divertenti di VSCOcam per me è la possibilità di giocare con colori di ombre (shadows tint) e punti luce (highlights tint), aggiungendo delle sfumature che vanno dalle tonalità calde a quelle fredde. A punti luce ed ombre possono essere assegnate le stesse tonalità di colore, scegliendo tinta su tinta, se si vuole enfatizzare un colore in particolare, oppure utilizzarli in contrapposizione, optando un colore caldo per i punti luce e uno freddo per le ombre o viceversa, come ho realizzato ad esempio in questa foto, partendo da un’immagine editata con il filtro B5.

5 - Batman was in town

Anche in questo caso, come per i filtri, l’intensità dei colori assegnati a ombre e punti luce può essere regolato, cliccando una seconda volta sulla tinta scelta e decidendone l’intensità.

Giulia Dini

Sono nata a Torino, ma considero Milano la mia casa. Amo la natura, il buon cibo, le giornate di sole passate all’aria aperta e in buona compagnia.

instagram.com/giuliadini

Top
I nostri brand