18.05.2015

Le mie 3 app del cuore

18.05.2015

Le mie 3 app del cuore

foto 1 - spezie a Marrakesh

In questo post voglio parlarvi delle 3 app che utilizzo più frequentemente per ritoccare le foto (escludendo VSCOcam, di cui vi ho già abbondantemente parlato qui). Il mondo degli strumenti per l’editing su mobile è davvero numeroso e una volta che ci si prende la mano è tutta una scoperta, la maggior parte di queste applicazioni sono davvero semplici da utilizzare e alcune anche gratuite, cosa volere di più?

La prima, immancabile è sicuramente Snapseed: se non avete già nella vostra cassetta degli attrezzi virtuale questa applicazione correte a scaricarla, non ve ne pentirete!

Che cosa ha reso Snapseed una delle mie app preferite? Semplice, mette a disposizione delle opzioni di ritocco di grande qualità gratuitamente. Questa app è composta da due macro sezioni: strumenti e filtri. Utilizzo i filtri molto poco, mentre quello che rende indispensabile per me questa applicazione sono le opzioni di editing contenute nella sezione strumenti.

Aprendo calibra immagine e cliccando sull’icona rappresentante una piccola bacchetta magica, sulla banda bianca in fondo, si può scegliere di ritoccare le foto automaticamente nel loro insieme. Tenendo invece il dito puntato sull’immagine e facendolo scorrere verso il basso, si visualizzano tutte le altre funzioni di modifica. Vi consiglio di provare a vedere l’effetto che ogni opzione può dare alle vostre foto. Io utilizzo molto spesso luminosità, alte luci ed atmosfera, quest’ultima in particolare è in grado di dare profondità alle foto, rendendole particolarmente vivide, attraverso il bilanciamento delle luci e la modifica del contrasto.  Nella foto qui sotto ad esempio, ho utilizzato la bacchetta magica e modificato ulteriormente la resa con la funzione atmosfera.

foto 2 - nuova darsena

La vera killer application di Snapseed per me risiede nella funzione selettivo attraverso cui si possono ritoccare le immagini solo in alcune zone. Detta così suona poco emozionante, ma credetemi fa davvero la differenza. Ci sono casi in cui andare a modificare tutta la luminosità o tutto il contrasto semplicemente non funziona, perché invece basterebbe poter bilanciare la luminosità solo in quella specifica zona di ombra, oppure aumentare la saturazione solo sulla parte di colore che si vuole enfatizzare. Come in questa foto scattata all’alba nel deserto del Marocco: per fotografare con il cellulare i colori della nascita del sole ho dovuto lasciare il resto del paesaggio in ombra. Attraverso la funzione selettivo, ho potuto editare successivamente solo la zona d’ombra sottostante la duna, mantenendo intatti i colori del cielo e portando in evidenza quelle piccole onde di sabbia, tipico disegno del passaggio dei venti. Un particolare che altrimenti avrei perso.

foto 3 - alba nel deserto

Nella foto del tramonto qui sotto invece, per dare più evidenza alle forme delle nuvole ho aumentato il contrasto solo nella parte di cielo, se avessi modificato il contrasto di tutta la foto, sarebbe risultata troppo scura.

foto 4 - tramonto sulle spighe

La seconda app del cuore è SKRWT e sono sicura manderà in visibilio gli amanti dell’architettura che ancora non la conoscono. Avete presente quando scattate una foto ad un palazzo da sotto e quel palazzo da squadrato assume una forma (tremendamente) piramidale nelle vostre foto? Linee e proporzioni che vi erano tanto piaciute, si sono perse completamente. Ecco, attraverso questa app potrete correggere le distorsioni delle prospettive, siano esse dal basso verso l’alto, da sinistra verso destra, nonché modificare la distorsione della lente, dando all’immagine la resa di una foto scattata in fish eye o in wide. SKRWT non è gratuita ma si può acquistare per la modica cifra di 1.99$ e li vale davvero tutti.

foto 5 - bici e negozio di fiori

L’ultima applicazione di cui vi voglio parlare è Looksee ed è una delle scoperte più recenti. Le ragioni per cui mi piace questa app sono molto simili a quelle di VSCOcam, cioè offre filtri che modificano le foto senza stravolgerle o renderle troppo fasulle. Questa applicazione si scarica gratuitamente e ha una serie di filtri inclusi. Così come per VSCOcam si ha poi la possibilità di acquistare ulteriori pacchetti, con la particolarità che quelli messi a disposizione da Looksee sono il frutto della collaborazione con alcuni degli Instagrammer più popolari, che hanno trasferito il loro stile di editing in filtri di loro creazione. Ogni pacchetto aggiuntivo costa 0.99$, io ne ho acquistato qualcuno, ma devo dire che mi ritrovo ad utilizzare molto più spesso quelli in dotazione gratuita, tra i miei preferiti sicuramente i tre filtri dell’Instagrammer @ovunno.

foto 6 - aperitivo

Giulia Dini

Sono nata a Torino, ma considero Milano la mia casa. Amo la natura, il buon cibo, le giornate di sole passate all’aria aperta e in buona compagnia.

instagram.com/giuliadini

Top
I nostri brand