01.03.2016

Istanbul, la porta d’ingresso per l’Oriente.

01.03.2016

Istanbul, la porta d’ingresso per l’Oriente.

“Qual è stato il tuo viaggio preferito fin’ora?”
Da quando ho iniziato la mia avventura come Travel Photographer ricevo spesso questa domanda e la risposta è sempre la stessa: “Istanbul”.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Quello ad Istanbul è stato infatti il primo viaggio dove sono entrato in contatto con una cultura diversa dalla mia, dove ho respirato un’aria davvero nuova.
Sperimentare tutto questo ti fa rendere conto di quanto ci sia da scoprire a questo mondo, di quanto si possa imparare e di quanto tutto ciò che noi diamo per certo sia in realtà solo relativo.

La scelta di una destinazione comincia sempre allo stesso modo: ho in mente una foto, un momento, un soggetto che voglio e devo scattare.
Potrà sembrare una piccola motivazione, ma per me è abbastanza per prendere un aereo e provare a realizzare questo piccolo sogno.

Nel caso di Istanbul la scintilla che ha acceso il desiderio di intraprendere questo viaggio è stata quella di catturare l’alba a Sultanahmet (conosciuta anche come “Moschea Blu”).
E’ la moschea più famosa di Istanbul e la sua maestosità unita a slanciatezza la rendono una vera bellezza.

Per ottenere questo tipo di scatti è essenziale conoscere gli orari dei momenti più importanti della giornata fotograficamente parlando (alba e tramonto), e farsi trovare pronti.
Mi sono infatti recato nel cortile di Sultanahmet attorno alle 5.20 del mattino (l’alba era alle 5.45). Soffiava una fresca brezza primaverile e si udivano i cori di chi a quell’ora stava già pregando. La notte stava lasciando posto al giorno e le calde luci della moschea, contrapposte al cielo blu, creavano una magica atmosfera.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ho utilizzato un’ottica grandangolare (18mm) e un tempo di scatto di 1.6 secondi.
Per contenere la distorsione della lente ho dovuto posizionarmi il più in alto possibile rispetto al terreno; per questo ho scelto di utilizzare il robusto ed alto Manfrotto 055 XPROB.
Utilizzando un treppiede più basso infatti, le linee verticali sarebbero state molto (troppo per i miei gusti) convergenti.
Un’ottica tilt-shift sarebbe stata l’ideale per mantenere le proporzioni, ma anche l’effetto spinto del grandangolo ultra-wide, se ben controllanto, riesce a regalare prospettive di effetto.

Un aspetto fondamentale per il tipo di fotografia di cui mi occupo è quello di esplorare la location prima dello shooting; questo serve per studiare i punti più strategici e per valutare la direzione della luce del sole.
La fase di esplorazione può determinare notevolmente il risultato finale, ed a volte può capitare di essere fortunati.
In questo caso infatti avevo deciso di dedicare la sera precedente per capire che attrezzatura usare e dove posizionarmi; stava però piovendo e tutti correvano al riparo. Pensavo di fare lo stesso quando mi sono reso conto che la piazza che di solito era gremita, si era svuotata.
Mi sono trovato nel posto giusto al momento giusto, e ho portato a casa uno scatto che non mi aspettavo!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Per esaltare il movimento delle nuvole ho utilizzato un filtro ND capace di togliere 6 stop di luce, il che mi ha permesso di tenere un tempo di scatto di 8 secondi. Utilizzare un treppiede stabile è fondamentale, soprattutto quando si vogliono tenere tempi di esposizione lunghi in situazioni ventose.

Parlando di vento mi sovviene alla mente una location dove ho potuto ammirare un fantastico tramonto: Kadıköy.
Abbiamo attraversato il Bosforo: siamo in Asia!
Da qui è possibile ammirare la Istanbul “classica”, con Sultanahmet a sinistra e Hagia Sophia a destra.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Kadıköy si trova alla fine dello stretto del Bosforo, dove la distanza tra le sponde è di circa 2km. Volevo ottenere uno scatto che esaltasse la città utilizzando l’acqua e le nuvole come sfondo; per questo ho scelto un teleobiettivo (a 176mm) e un tempo di 1.6s.
Questo tempo di scatto ha permesso di registrare le increspature delle onde senza andare a perdere le texture dell’acqua, ed è stato possibile utilizzando il Manfrotto BeFree Carbon.
Nella fotografia di viaggio il peso e le dimensioni di un treppiede sono fondamentali, visto che spesso ci si trova a dover camminare per intere giornate. Utilizzo spesso il BeFree per non dare eccessivamente nell’occhio in città ed avere al contempo un treppiede affidabile.

Anche a Kadıköy ho avuto un colpo di fortuna; terminato lo shooting ho iniziato ad incamminarmi verso il metrò e mi sono trovato davanti una gigantesca e rossa luna.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Tornando a parlare di moschee, nel caso non ne abbiate mai visitata una, sappiate che l’interno è la vera gemma di queste architetture.
Questi ad esempio sono gli interni di Yeni Cami (Moschea Nuova), conosciuta anche come la Moschea della Valide Sultan.
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Per catturare la visuale più ampia possibile (180°) ho utilizzato un’ottica fisheye da 14mm.

Tutti i miei amici turchi avevano consigliato di recarmi sulla torre di Galata: una torre di 63m che si staglia in mezzo alla città, offrendo una vista a 360°.
Ho deciso di ascoltarli, e sono contento di averlo fatto.

La balconata della torre è davvero stretta (ci si passa a fatica in due) e la balaustra è molto sottile. La luce era già molto bassa ed il tempo di scatto, con ISO 200, era già oltre 1s; in questo caso però non era possibile utilizzare alcun treppiede a causa della mancanza di spazio.
Il piccolissimo Manfrotto Pixi ha salvato la situazione: posizionato sul bordo della balconata mi ha permesso di portare a casa uno scatto a cui sono molto legato.
Questo è stato infatti l’ultimo tramonto che ho ammirato ad Istanbul, nonché il momento in cui ho realizzato di essermi innamorato di questa città.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

PRODOTTI UTILIZZATI: Manfrotto 055 XPROBManfrotto BeFree CarbonManfrotto Pixi

Alessandro Carpentiero

Alessandro Carpentiero è un fotografo specializzato in Viaggi ed Architettura.
Ha iniziato a condividere i suoi scatti su Instagram mentre lavorava come designer; il suo account è cresciuto permettendogli di collaborare con brand di fama internazionale. Ora si dedica alla fotografia a tempo pieno e gira il mondo per fotografare la bellezza del nostro pianeta e documentare prestigiosi hotel e resorts.

www.alessandrocarpentiero.com
http://instagram.com/alessandro_carpentiero
https://www.facebook.com/alessandro.carpentiero

Top
I nostri brand