How to use Histogram - Manfrotto

10.07.2018

Come funziona l’istogramma

written by:
Sean Ensch

10.07.2018

Come funziona l’istogramma

Qualcuno potrebbe domandarsi: “Cos’è quello strano grafico che compare sul display della fotocamera o nel software di elaborazione delle immagini?” Quel particolare grafico si chiama “istogramma” e può fornire un aiuto prezioso ai fotografi. Esso visualizza i livelli di luminosità nonché i toni di colore dal rosso, al blu e al verde.

 

How to use Histogram - Manfrotto

 

Qui sopra è fornito un esempio di istogramma standard. A sinistra si osservano i livelli di nero, a destra i livelli di bianco, mentre tutti i toni intermedi occupano la parte centrale. Maggiore è la quantità di toni scuri, medi o chiari presenti nell’immagine, più la porzione corrispondente del grafico è consistente.

 

How to use Histogram - Manfrotto

 

L’istogramma dell’immagine riportata sopra indica che la foto è caratterizzata prevalentemente da toni scuri. Il cielo notturno buio e le ombre occupano gran parte della scena, come si evince dalla posizione delle barre del grafico. I rari elementi di luminosità appaiono come picchi verso i toni del bianco (lato destro) dell’istogramma. Il grafico indica inoltre se alcuni toni di nero o bianco rimangono al di fuori del campo del sensore, con la conseguente perdita di dettagli; in questo caso i toni risultano completamente neri o completamente bianchi.

 

How to use Histogram - Manfrotto

 

Questa foto, invece, è caratterizzata quasi esclusivamente da toni chiari. I toni medi e i neri sono quasi del tutto assenti, pertanto i livelli appaiono nella parte destra dell’istogramma. Il picco presente nella parte scura (sinistra) dell’istogramma rappresenta i cavalli fortemente contrastanti che aggiungono una piccola quantità di toni scuri alla scena.

 

 

Perché è importante capire come funzionano gli istogrammi? Le fotocamere digitali moderne sono dotate di eccellenti sistemi di misurazione che consentono di ottenere le esposizioni corrette, quindi a che scopo imparare tutto questo? A volte le misurazioni eseguite dalla fotocamera non sono totalmente affidabili oppure è preferibile modificare l’esposizione. Al momento di realizzare uno scatto, la maggior parte delle persone fa affidamento sullo schermo LCD per vedere come risulterà l’immagine, tuttavia questa tecnica può essere fuorviante. Quando si fotografa all’esterno spesso le condizioni di illuminazione sono variabili e questo influisce sull’aspetto dell’immagine visualizzata sul display LCD. Si pensi ad esempio al telefono cellulare: quando ci troviamo in ambienti chiusi con una luce fioca oppure di notte, riduciamo il livello di luminosità per evitare che lo schermo sia eccessivamente brillante e fastidioso per gli occhi. Quando invece ci troviamo all’esterno con una luce solare intensa, impostiamo la luminosità sul livello massimo ma lo schermo rimane comunque buio e il contenuto difficile da distinguere. Detto questo, immaginiamo di fotografare all’esterno in una giornata molto luminosa o in un campo innevato baciato dal sole affidandoci al display LCD per ottenere il risultato voluto. Molto probabilmente sembrerà che le foto siano sottoesposte, poiché sullo schermo LCD appaiono fioche e scure, e si cercherà dunque di modificarne l’esposizione affinché risultino più luminose. Tuttavia quando le foto vengono visualizzate in un ambiente interno o trasferite sul computer, si nota che sono sovraesposte. Lo stesso vale, al contrario, per gli scatti realizzati in condizioni di oscurità.

 

È qui che l’istogramma diventa uno strumento utile. La rappresentazione visiva dei toni permette di capire come dovrebbe apparire l’istogramma, osservando con i propri occhi quali sono i toni presenti nella scena. Come nei primi due esempi forniti, una scena luminosa secondo l’istogramma potrebbe risultare sottoesposta se si fa affidamento sulla misurazione della fotocamera o sovraesposta basandosi sul display LCD. Utilizzando l’istogramma, invece, è possibile verificare che i valori siano nella posizione corretta e accertarsi che le luci e le ombre non vengano tagliate fuori. A mio avviso l’istogramma è uno strumento prezioso che ogni fotografo dovrebbe saper utilizzare con dimestichezza per lavorare in ambienti esterni.

 

How to use Histogram - Manfrotto How to use Histogram - Manfrotto How to use Histogram - Manfrotto How to use Histogram - Manfrotto How to use Histogram - Manfrotto

 

Per esercitarsi e allenare l’occhio, è utile visualizzare le immagini nel programma di elaborazione prestando attenzione all’istogramma. Quando si fotografa all’esterno, è consigliabile mantenere l’istogramma visualizzato sullo schermo LCD in modo da poterlo osservare mentre si lavora e impostare l’esposizione giusta per ottenere esattamente le immagini desiderate.

 

 

Sean Ensch

Inglese

Top
I nostri brand