manfrotto pro light cinematic expand

03.08.2018

Amsterdam, Milano e Montecarlo con Pro Light Cinematic Expand

written by:
Marco Riva

03.08.2018

Amsterdam, Milano e Montecarlo con Pro Light Cinematic Expand

Viaggiare è parte integrante del mio lavoro di videomaker e rappresenta certamente uno dei suoi aspetti più entusiasmanti in quanto mi offre l’opportunità di visitare paesi lontani e suggestivi.

Tuttavia, ciò comporta l’esigenza di avere sempre a disposizione tutto l’equipaggiamento video necessario, trasportandolo, a volte, lungo tragitti impervi e impegnativi per raggiungere le Location.

Lo zaino Manfrotto Pro Light Cinematic Expand, creato appositamente per i videomaker “one man band”, costituisce la risposta adatta a questa esigenza in quanto consente di ottenere una buona distribuzione dei pesi grazie al design capiente e al contempo compatto.

Manfrotto Pro Light Cinematic Expand

Mi è stata offerta l’opportunità di testare il Cinematic Expand durante dei servizi in tre città straordinarie: Amsterdam, Milano e Montecarlo.

Durante questi venti giorni di shooting ho potuto appurare che la struttura della borsa consente di trasportare un corredo video adatto a molteplici situazioni di ripresa.

Manfrotto Pro Light Cinematic Expand

Lo zaino Cinematic Expand mi ha dato la possibilità di portare con me in maniera agevole: due corpi macchina, quattro lenti, un monitor, un microfono, diverse batterie, uno stabilizzatore “Dji Osmo mobile 2” e altri piccoli accessori.

Inoltre, grazie alle due cinture esterne con chiusura a clip ho potuto comodamente includere un treppiedi con testa video.

Da non sottovalutare, infine, la possibilità di inserire anche un laptop da quindici pollici ed un paio di hard disk al fine di poter dare inizio alla post produzione già durante la trasferta, il che risulta particolarmente vantaggioso in viaggi di una certa durata.

Manfrotto Pro Light Cinematic Expand

Tutte le pareti interne dello zaino Pro Light Cinematic Expand sono mobili, ogni fruitore è quindi libero di realizzare il set-up adatto alle attrezzature che intende trasportare.

Questa modularità degli spazi interni, che da sempre ritrovo con piacere negli zaini Manfrotto, permette, per di più, di riporre e conservare al suo interno la camera con monitor e microfono collegati, un’opportunità impagabile durante shooting particolarmente intensi dove il tempo contingentato impone di accedere rapidamente alla strumentazione al fine di cogliere l’attimo.

Manfrotto Pro Light Cinematic Expand

Il pragmatismo di Pro Light Cinematic Expand si riscontra anche nell’accesso diretto ad un suo comparto interno tramite una delle tasche laterali dove, personalmente, sono solito riporre il piccolo cavalletto Manfrotto e lo stabilizzare DJi Osmo mobile 2.

Sul lato opposto, invece, sono alloggiate due pratiche tasche adatte a riporre comodamente una Sony RX100 Mark V e delle batterie di scorta che risultano così sempre a portata di mano.

 

Che fare quando il contenuto del Pro Light Cinematic Expand appare leggermente pigiato? è sufficiente aprire la zip della tasca anteriore per ottenere alcuni centimetri di agio per la strumentazione.

Lo zaino presenta finiture di qualità e piacevoli a livello estetico, una su tutte, l’involucro in plastica rossa sulle zip della tasca principale che, inoltre, le protegge e rende più agevole l’apertura.

Concludendo lo zaino Pro Light Cinematic Expand si è rivelato un ottimo prodotto, capiente ergonomico e versatile; perfetto per chi ha, di volta in volta, l’esigenza di organizzare il proprio kit  a seconda del tipo di lavoro.

 

Per seguire le mie avventure @theherdrepresented @marcorivavideo

Top
I nostri brand